Danza Orientale

Il fascino della Danza Orientale:
. una forma di danza – un’antica arte del movimento legata agli antichi riti rivolti alla Madre Terra e al Signore dei Cieli, quale fonte spirituale più alta di Luce.

È la danza femminile per eccellenza; dove gli antichi archetipi delle movenze portano la donna a ricordare sensazioni prettamente femminili ormai dimenticate, risvegliando in essa nuove emozioni che nutrono lo spirito femminile donando un senso di gioia e completezza.

Oggi, la vediamo danzata in gruppo o da solista. Esistono vari stili che portano tutti una base comune di posizioni e movimenti, i quali nascono dai piedi che accolgono l’energia della Terra portando al radicamento.

“Raqs Sharqi” è il suo nome originale, si può tradurre con danza dell’Est o danza d’Oriente;
nella tradizione,si distingue in 3 stili principali:

Shahabi: stile popolare rurale – antica – semplice – accompagnata da musica popolare con strumenti antichi

Baladi: nasce negli anni 1930 ca. nelle città, giocosa – prettamente femminile

Scharqi: la parte più moderna che vede raffinare le movenze dei primi 2 stili e aggiungere del nuovo

sharqi classico: porta all’eccellenza le basi sviluppando le movenze dall’antico al moderno.

STORIA

Raqs Sharqi è originaria in oriente, c’è chi dice in Egitto e c’è chi dice in altri paesi d’oriente,
vi sono degli stili nati appositamente come danza per le donne o danzati da sole donne, e altri danzati da soli uomini, nel corso della storia succede che le donne vengono bandite dalla danza per motivi religiosi, i danzatori uomini suppliscono a questa mancanza proponendo loro stessi queste danze tipicamente femminili. Al giorno d’oggi tutto è permesso soprattutto in occidente, quindi vediamo sia donne che uomini danzare ad esempio lo stile da cabaret chiamato “belly dance” che prende movenze non solo dall’oriente ma anche dall’occidente.

Nei tempi si sono sviluppate diverse linee di Danza Orientale e vi si è creato un amalgama e un po’ di confusione se vogliamo vedere l’origine dello sviluppo.

Comunque il buon gusto sceglie e riconosce questa danza come molto raffinata, elegante, armoniosa, espressa con molta grazia, amore, bellezza, completezza; magica sia per la danzatrice che la interpreta che per chi la guarda.

La danza delle Almée. Le almée venivano istruite  dalle sacerdotesse alla musica, alla danza, al canto e danzavano in luoghi chiusi di alta nobiltà, nelle corti e negli harem per intrattenere e deliziare gli ospiti con il racconto di storie danzate.

in antichità le donne venivano educate ad eseguire dei rituali danzati che rafforzavano l’intero organismo, l’Essere, grazie alla gioia e al piacere che ne derivava. La fertilità ne veniva rafforzata, le gestanti venivano preparate al parto. Si pensava che questo contribuisse ad avere bambini belli e forti.

D’altra parte abbiamo le danze popolari la cui origine è stata portata da un paese all’altro nel mondo dalle zigare in arabo “Gwazee” poiché danzavano sulle strade, nelle piazze, soprattutto in luoghi pubblici o all’aperto.

Si dice che il nome “dance du ventre” sia stata attribuita da un Generale francese che durante l’occupazione francese in Egitto ha avuto il piacere di vedere danzare queste danzatrici, ed è rimasto colpito dalle loro movenze sinuose di bacino, ventre, ecc.

Durante l’occupazione inglese le danzatrici Gwazee vennero bandite e alcune centinaia condannate a morte, agli occhi degli Inglesi erano malfamate e viste come donnacce. Alcune vennero portate in occidente e usate come danzatrici nei locali notturni, poi nei cabaret ecc. Per questo motivo per tanti occidentali la Danza del ventre viene scambiata per danza da Nigt. Ma non è cosi.

Questa disciplina la”danza Orientale o la Danza Egiziana (del ventre) per le sue movenze di bacino e ventre, e braccia, vuole risvegliare nella donna la propria parte femminile, di accoglienza, morbidezza ecc., e a risvegliare quella nobiltà d’animo che in ognuna di noi c’è.

Antoinette Debrit: di natura gioiosa e solare è danzatrice professionale, insegnante e coreografa, conduce lezioni di Danza Orientale Egiziana da ca.20 anni, il suo metodo d’insegnamento è un mirato percorso di crescita personale per il corpo la mente e lo spirito.

Ha un approccio all’insegnamento amorevole, gentile e profondo. Mira ad insegnare attraverso questa disciplina, a ritrovare la propria femminilità ed espressione autentica, a risvegliare la Dea che è in ognuna di noi e a fare emergere l’eleganza nel portamento.

La scelta nell’insegnamento della danza egiziana di Antoinette è la danza delle donne per le donne nei vari stili sopra menzionati; dove la donna può apprendere come ritrovare Se stessa ed è guidata a sperimentare e ritrovare il contatto con il respiro di vita, con il proprio corpo, mente e spirito, anima, attraverso una parte introduttiva nella lezione che mira alla respirazione, all’osservazione del movimento, alle sensazioni, all’unione respiro e movimento, alla consapevolezza e alla percezione di ciò che è al momento presente, come pure all’apertura e al riequilibrio di diversi centri energetici e all’espansione di essi; per poi passare all’apprendimento dei passi, delle figure e sequenze di danza ecc., che possono diventare momenti di danza creativa o coreografia.

BENEFICI

La Danza Egiziana è adatta ad ogni donna di ogni età, altezza e taglia. È riconosciuta da medici, terapisti e psicologi per l’espressione e i movimenti che la compongono. Gli effetti sono tonificanti per la muscolatura, massaggio degli organi interni, riduce lo stress, allevia tensioni, scioglie rigidità, modella il corpo, connette allo spirito e all’anima. Conferisce fascino, femminilità, gioia, grazia e bellezza. Armonizza l’intero Essere, corpo mente e anima. Porta gioia.

Se ti piace muoverti a ritmo di musica e hai piacere a ritrovare te stessa e fare emergere la tua femminilità, questa danza può fare per te. La musica strumentale orientale ha in se un magico potere curativo. Vale la pena provare.

CORSI DI DANZA EGIZIANA

Attraverso la Danza Orientale Egiziana:

  • Rieduchiamo il nostro corpo e riapprendiamo i movimenti e le posture femminili, queste ci faranno rivivere sensazioni forse dimenticate o meno, senza dubbio ci faranno sentire più donna.
  • Esprimiamo nella danza e nella vita questa femminilità ritrovata.
  • Questa forza nell’accogliere e nel dare.
  • Questa forza interiore nel superare ciò che la vita ci porta.

Riacquistiamo la gentilezza tipicamente femminile; non formale, ma di cuore ed esprimiamola nella danza e nella vita di ogni giorno.

 

Una lezione dura 90 minuti ed è impostata nel seguente modo:

  • rilassamento a terra, respirazione consapevole;
  • correzione e posturale di schiena, gambe, braccia e testa;
  • Il baricentro
  • integrazione posturale ed energetica, si impara a percepire le parti del nostro corpo e a sentire la femminilità del movimento;
  • esercizi tecnica dei passi e figure di base;
  • ritmica;
  • portamento;
  • piccole combinazioni che secondo il livello di esperienza del gruppo potranno diventare coreografia o espressione libera improvvisata.

I corsi sono trimestrali, 1 lezione a settimana (escluse vacanze scolastiche e festivi. Le lezioni perse possono essere recuperate entro il trimestre.

Prezzo speciale per chi volesse frequentare più corsi a settimana di danza egiziana. Oppure è anche un ottima combinazione con Yoga o Yoga Donna poiché porta ad una eccellente preparazione fisica, mentale e spirituale.

su richiesta: lezioni private

TABELLA CORSI: vedi AGENDA


Categories: Senza categoria

Post Your Thoughts